Anne Frank, la Graphic Novel del suo diario.

Qualche giorno fa, mentre gironzolavo in libreria, ho trovato un piccolo tesoro e la mente è subito tornata ai miei tredici anni e a quella volta che decisi di leggere “Il diario di Anna Frank”. La prima narrazione in forma epistolare della mia vita, la prima volta che mettevo fuori il naso dai confini protetti delle mie esperienze, il primo, di una lunga serie di romanzi di genere, che lessi. Una serie di prime volte insomma, ma se avete letto quel diario in tenera età, sapete bene di che parlo.

Anne e Margot guardano la luna fuori dalla finestra, siamo all’inizio delle restrizioni per gli ebrei:

“Quindi ora non possiamo andare né al parco né stare in giro quando è buio…”

“E neppure mettere piede in casa di amici cristiani”.

“Menomale che la luna non ha religione”.

Leggere le parole di una ragazzina di tredici anni quando c’è un’altra ragazzina di tredici anni che le divora con avidità, è quanto di più generoso l’universo letterario possa concederti. Un insegnamento che vi rimarrà tutta la vita e la consapevolezza che voi non c’eravate in quella casa ma lei sì, e per questo, siete molto fortunate.

La casa. Un tuffo nella nostalgia.

Questa è la storia di tre fratelli che si ritrovano nella casa d’infanzia costruita dal padre dopo che lui è morto, per sistemarla e venderla. Una casa simbolo dell’affetto che univa una famiglia di persone semplici; dei weekend spensierati passati a costruire pergolati, a coltivare orti e a fare il bagno nelle tinozze. Le vignette…

Non stancarti di andare

Un libro di quasi 320 pagine, illustrate in maniera magistrale. Iris e Ismail, i nostri protagonisti, si innamorano (nel libro verrà raccontato come e credetemi se vi dico che la loro storia è veramente romantica) e decidono di andare a vivere insieme nella casa di Verezzi, appartenuta alla bisnonna di Iris; appena arrivati però, Ismail…

Gli anni dolci

  Mettiamo il caso che arriviate a poco più di trentacinque anni ritrovandovi a sbattere contro, per pura casualità più e più volte, al vostro professore del liceo che ad occhio e croce avrà settant’anni. Se vi rendete conto fra un incontro e l’altro che il vecchietto vi piace, che fate?

Lucenera

Ho acquistato il libro alla fiera letteraria romana più libri più liberi e ho avuto la fortuna di incontrare l’autrice. Come saprete quando un illustratore è in fiera, di solito scrive dediche e realizza disegni direttamente dal vivo, un buon modo per conoscerlo e farsi dedicare il libro. Ho preso Lucenera perché i disegni e il…

I guardiani del Louvre di Jiro Taniguchi

Jiro Taniguchi è stato un fumettista giapponese nato il 14 agosto 1947 e morto l’11 febbraio 2017. La sua narrativa disegnata è magistrale. Ho acquistato questo volume perché non ho resistito a tanta bellezza e non mi ha delusa.

La memoria dell’acqua, una graphic novel firmata Tunué

Una casa sulla scogliera, un vecchio considerato pazzo dagli abitanti del villaggio e una bambina intelligente e curiosa. Gli ingredienti per una bella storia ci sono tutti direi e così è. Il racconto di formazione di una giovane “pulce”, che si approccia alla maturità attraverso prove iniziatiche ad opera dell’acqua. Marion e sua madre Caroline,…