Anne Frank, la Graphic Novel del suo diario.

Qualche giorno fa, mentre gironzolavo in libreria, ho trovato un piccolo tesoro e la mente è subito tornata ai miei tredici anni e a quella volta che decisi di leggere “Il diario di Anna Frank”. La prima narrazione in forma epistolare della mia vita, la prima volta che mettevo fuori il naso dai confini protetti delle mie esperienze, il primo, di una lunga serie di romanzi di genere, che lessi. Una serie di prime volte insomma, ma se avete letto quel diario in tenera età, sapete bene di che parlo.

Anne e Margot guardano la luna fuori dalla finestra, siamo all’inizio delle restrizioni per gli ebrei:

“Quindi ora non possiamo andare né al parco né stare in giro quando è buio…”

“E neppure mettere piede in casa di amici cristiani”.

“Menomale che la luna non ha religione”.

Leggere le parole di una ragazzina di tredici anni quando c’è un’altra ragazzina di tredici anni che le divora con avidità, è quanto di più generoso l’universo letterario possa concederti. Un insegnamento che vi rimarrà tutta la vita e la consapevolezza che voi non c’eravate in quella casa ma lei sì, e per questo, siete molto fortunate.

Un punto per i bradipi

Alla Sonnolenta Accademia dei Bradipi le giornate scorrono lente e tranquille, pure troppo a dire il vero… tanto che la Società per l’Organizzazione degli Scansafatiche invia un suo delegato per risolvere una situazione a dir poco irritante:“In questa scuola si studia troppo poco! Non è possibile che si pensi soltanto a sonnecchiare. E che bradipo!”.Menomale…

Wais e Melody -Il baule scomparso- Volume 1

Wais e Melody è una serie composta da 6 volumi che narrano la scienza attraverso l’escamotage del giallo. Pensato per un pubblico di pupetti a partire dai 6 anni (ma quelli di otto ci si divertono parecchio). In questo primo libro troviamo un baule scomparso, una sfera luminosa, un orologio che si ferma al momento…

Consiglio coniglio per Natale

…E se qualcuno mettesse in giro la voce che Babbo Natale non esiste e, per caso, quella vociaccia finisse fra la barba e le palpebre sgranate dei numerosi Babbi Natale?! Nessuno lo sa ma ogni Bambino ha il suo Babbo Natale, e se questo, offeso da certe fandonie, decide di scioperare e convince gli altri…

Biancaneve – ‘Na mela ar giorno e te le levi de torno –

Snow White and the Seven Dwarfs esce in America nel 1937, e Dio solo sa, e adesso pure voi, che costò a Walt Disney un’ipoteca sulla casa, e menomale che ha fatto il botto altrimenti avoja a magnà cipolle, eh Walt? Disney schifa le favole originali perché troppo cattive e decide di creare l’utopia del…

Tre trucchetti per alzare l’asticella del buonumore.

Credo che a tutti noi siano capitate giornate brutte o molto brutte o davvero non commentabili, e l’unica cosa che certe volte ci salva dalla tristezza degli eventi è chiuderci in camera e possibilmente addormentarci fino al giorno dopo e sperare che Rossella O’Hara avesse ragione e che al risveglio sia davvero un altro giorno….

Il ritratto di Dorian Gray – Tutti boni a ‘fa i moralisti –

1890, Oscar Wilde, esteta decadentista -una pippa egocentrica, vedi my parafrasi-, decide di scrivere un’opera dove crepano tutti i personaggi frizzicarelli e solo per la storia moralista che con le troppe pippe si diventa ciechi. Un momento felice e quello dopo depresso, Wilde ci racconta di questo giovine di belle speranze chiamato Dorian Gray che…

Moby Dick – modello Ikea a una pinna aspira briciole.

1851, Melville pubblica un libretto di 720 pagine, rendendoti edotto in Balenologia, metodo 5 anni in 1. Ismaele, voce narrante, dopo aver passato del tempo a far da insegnante ai bambini delle elementari, ha la brillante idea di imbarcarsi su una baleniera con la compagnia del pene a secco, visti i mesi in mare. Fatta…