La terrificante Strega dell’Ovest e la sua incredibile storia.

La festa della donna è spesso sinonimo di polemiche, attriti o al contrario euforia e piselli in perizoma. Difficile passi inosservata, ma per quanto mi riguarda non è un giorno poi così speciale, ce ne sarebbero molti di giorni speciali per ogni cosa avvenuta in passato che ha coinvolto donne straordinarie e, proprio per questo, il post di oggi riguarda una donna particolare, non ricordata per grandi gesta, bellezza sconvolgente o altro, ma per il suo talento nel terrorizzare i bambini di tutto il mondo. Tranquilli, non sto parlando di una criminale ma di Margaret Hamilton, l’attrice, da non confondere con la sua omonima che progettò il sistema di bordo del programma Apollo.

Margaret nasce a Cleveland nel 1902 e ha subito le idee chiare: vuole fare l’attrice e sogna ruoli romantici, ma per via del suo naso grosso viene sempre rifiutata. Dal canto suo, la Cleveland rifiuta di rifarsi i connotati e comincia invece a proporsi per i ruoli da cattiva, chiedendo dei compensi più bassi rispetto alle altre in modo da assicurarsi diverse parti. Disposta a tutto pur di mantenere suo figlio da sola e proseguire la carriera d’attrice, si ritrova a fare la strega in una rappresentazione teatrale, venendo a conoscenza, una volta finito lo spettacolo, che il musical sarebbe diventato un film. Il caso volle che l’attrice scelta per fare la strega dell’ovest rifiutò il ruolo e Margaret prese il suo posto.

Le riprese del mago di Oz iniziarono nel 1938 e per esigenze di personaggio, Margaret fu sottoposta ad un trucco molto pesante, con tanto di naso e mento finti per enfatizzare i suoi i veri lineamenti. La sua pelle venne ricoperta da uno spesso strato di trucco verde.

Per l’epoca, il film disponeva di effetti speciali all’avanguardia e nella prima scena, dopo l’arrivo di Dorothy, era previsto che la strega scomparisse avvolta in una nube di fuoco, ma durante le riprese, per errore le fiamme divamparono prima ancora che Margaret riuscisse a nascondersi sotto il palco. Il suo abito di scena prese fuoco, insieme al suo viso e alle mani. Il trucco verde, la cui resistenza era data dalla base di rame con cui era preparato, venne tolto strofinando direttamente sulla pelle ustionata. La sofferenza di Margaret fu grande. Ci vollero mesi perché si riprendesse ma riuscì, nonostante tutto, a tornare agli Studios per terminare le riprese.

La pelle delle sue mani non si era ancora del tutto cicatrizzata e per tutto il resto del film fu costretta ad indossare dei guanti. Finalmente le riprese volsero al termine e la pelle di Margaret rimase verde ancora solo per qualche settimana.

La MGM organizzò una proiezione del film riservata ai bambini ma il verdetto fu inclemente: la strega faceva troppa paura e metà delle sue scene furono tagliate. Dopo il mago di Oz i suoi compensi si alzarono e Margaret, dopo la sua performance nel mago di Oz venne relegata a ruoli da Villain. (Fece anche la madre di Morticia nella famiglia Addams).

Fece una comparsata in un episodio di ‘Sesamo apriti’ ma la rete decise di cancellare del tutto l’episodio, in seguito alle proteste dei genitori.

Margaret non si scoraggiò mai, andò sempre più fiera del suo dono di fare paura. Il Mago di Oz è il film più visto di sempre, l’Unesco lo ha inserito nell’elenco delle memorie del mondo. L’American film institute colloca la Strega Cattiva dell’Ovest al quarto posto tra i cattivi più terrificanti del cinema dopo Hannibal Lecter, Norman Bates e Dart Fener.

Che ironia del destino per una donna dolcissima che aveva iniziato la propria carriera come educatrice.

Questa storia e altre fanno parte del primo volume di una raccolta edita da Bao publishing. Ho scelto di raccontarvi Margaret Hamilton perché è un grande esempio di tenacia, autostima e forza, qualità che vorrei avessimo tute noi donne.

Buona festa della donna ragazze belle ❤

Ja ne!

Romi

2 thoughts

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.